Il circolo della stanza accanto

«Si comincia con uno spazio bianco. Non dev'essere necessariamente carta o tela, ma secondo me dev'essere bianco. Noi diciamo bianco perché abbiamo bisogno di una parola, ma la definizone giusta è «niente». Il nero è l'assenza della luce, ma il bianco è l'assenza della memoria, il colore del non ricordo. Come ricordiamo di ricordare? È una domanda che mi sono posto spesso dopo Duma Key, spesso nelle ore piccole della notte, perdendo lo sguardo nell'assenza della luce, ricordando amici assenti. Certe volte in quelle ore piccole penso all'orizzonte. Bisogna stabilire l'orizzonte. Bisogna segnare il bianco. Un atto abbastanza semplice, direte, ma ogni atto che rifà il mondo è eroico. O così sono giunto a concludere.» Stephen King

Febbraio 2013

Da “Casalmaggiore” Febbraio 2013

Terzo Settore, nuova “vita” per il volontariato casalasco

Non chiederti cosa può fare il tuo paese per te, chiediti cosa puoi fare tu per il tuo paese” John Fitzgerald Kennedy

La scomparsa del caro amico, e consigliere Pro Loco, Giuseppe Federici, rafforza in me la convinzione che il volontariato rivesta un’importanza fondamentale nella vita pubblica di Casalmaggiore. Accanto alla propria famiglia, alla propria sfera di interessi personali, è possibile attivarsi per fare qualcosa di più per la propria città. Giuseppe lo aveva capito fin dalla gioventù, adoperandosi in numerose realtà, dallo sport al sociale. E faceva tutto con uno spirito di abnegazione invidiabile perché ovunque ci fosse bisogno, lui si presentava e dava sempre un contributo, intellettuale o pratico a seconda dei casi. Tutti potremmo (e dovremmo) fare come lui, per di più, con lo stesso spirito propositivo che lo ha contraddistinto in associazione. L’esperienza di cui la Pro Loco si è fatta promotrice il 30 Novembre scorso ( la costituzione formale del Forum casalasco sul Terzo Settore) segue idealmente proprio questo spirito. Nello scorso numero parlavo diffusamente di quanto sia necessario imparare a collaborare e di quanto sia difficile al giorno d’oggi perseguire la “mission” di un’associazione come la nostra. Qualche mese fa, ho partecipato ad un interessante convegno organizzato a Gussola dal CISVOL (Centro Informazioni e Servizi per il Volontariato) durante il quale sono venuto a contatto diretto con una variegata realtà di associazioni presenti nel casalasco, alcune molto note, alcune conosciute per sentito dire, alcune a me totalmente sconosciute. L’ultimo censimento svolto dall’ente, calcola in oltre 140 i sodalizi, di svariata natura e dimensione, che rispondono (o tentano di rispondere) alle molteplici esigenze del territorio. Al convegno, hanno partecipato diverse Pro Loco, varie associazioni di donatori, gruppi di trasporto sociale, gruppi di acquisto, volontari ospedalieri, associazioni a favore di disabili, associazioni culturali e via discorrendo. Dal serio e proficuo confronto, avvenuto durante il workshop pomeridiano, è emerso che tutte, pur nelle reciproche differenze, evidenziano i medesimi problemi ed esigenze: mancanza cronica di volontari, difficoltà nell’apertura ai giovani, insufficiente impatto sul territorio, necessità di maggiore dialogo con le istituzioni. Il risultato del convegno ha portato quindi 14 associazioni (fra cui la nostra Pro Loco) ad unirsi ed a dar vita al Forum del Terzo Settore che si configura come un “super ente” (mi si pernetta questo appellativo che pure rende bene l’idea) rappresentante e portavoce delle realtà del volontariato sul territorio, rivestito di molteplici finalità, fra cui (citando direttamente lo Statuto): “aumentare e valorizzare i processi di conoscenza, scambio e collaborazione tra le diverse Organizzazioni, secondo i principi di pluralismo, democraticità e solidarietà; favorire il reciproco arricchimento di idee, proposte, esperienze al fine di sostenere sul territorio del Casalasco lo sviluppo del Terzo settore, valorizzando l’attitudine delle Organizzazioni che ne fanno parte a sostenersi l’un l’altra; impegnarsi in un progetto comune di crescita morale, civile, sociale ed economica della comunità di cui fanno parte; rappresentare gli interessi e le istanze comuni delle Organizzazioni di Terzo Settore a livello locale nei confronti di istituzioni, forze politiche e altre Organizzazioni, economiche e sociali; contribuire a ridefinire un sistema di protezione sociale che, trovi una effettiva possibilità di realizzazione, grazie al riconoscimento e alla valorizzazione della partecipazione dei cittadini anche attraverso le Organizzazioni di Terzo Settore”. Come si può notare, il progetto è abbastanza ambizioso ed è già stato tentato una volta con scarso successo. Adesso però ci sono, a mio parere, le condizioni per riuscire. La crisi economica costringe le Amministrazioni Pubbliche a stringere i cordoni della borsa ed il volontariato, suo malgrado, è fortemente penalizzato, tanto da essere costretto ad “inventarsi” vari ruoli per poter trovare i fondi necessari alle proprie attività. Fino a “ieri” inoltre si agiva troppo spesso in solitaria, senza pensare alle immense possibilità che può dare una collaborazione o senza conoscere altre associazioni che potrebbero sopperire alle carenze che ciascuno inevitabilmente possiede quando opera in ambiti diversi dal proprio. Questi fattori hanno fatto sì che nascesse una nuova consapevolezza nel mondo del volontariato casalasco e che si manifestasse su più fronti il desiderio di conoscersi meglio, condividere le esperienze e provare a collaborare. Per una persona che vive ed opera in questo complicato mondo, il desiderio di cambiamento è decisamente forte. E’ venuto il momento di fare rete, aprendosi in primis alle altre Pro Loco del nostro bacino casalasco, ma anche al resto del complesso mondo che ci circonda (istituzioni, associazioni ed in generale a tutte le categorie che nel volontariato credono). Mi sono chiesto varie volte in questi mesi se i casalaschi siano a conoscenza del Terzo Settore locale. Nei prossimi mesi approfondiremo insieme.

Marco Vallari
Presidente Pro Loco Casalmaggiore

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...