Il circolo della stanza accanto

«Si comincia con uno spazio bianco. Non dev'essere necessariamente carta o tela, ma secondo me dev'essere bianco. Noi diciamo bianco perché abbiamo bisogno di una parola, ma la definizone giusta è «niente». Il nero è l'assenza della luce, ma il bianco è l'assenza della memoria, il colore del non ricordo. Come ricordiamo di ricordare? È una domanda che mi sono posto spesso dopo Duma Key, spesso nelle ore piccole della notte, perdendo lo sguardo nell'assenza della luce, ricordando amici assenti. Certe volte in quelle ore piccole penso all'orizzonte. Bisogna stabilire l'orizzonte. Bisogna segnare il bianco. Un atto abbastanza semplice, direte, ma ogni atto che rifà il mondo è eroico. O così sono giunto a concludere.» Stephen King

Febbraio 2016

PRO LOCO: OCCASIONE DI CRESCITA PER IL NOSTRO TERRITORIO

“Una vita sociale sana si trova soltanto, quando nello specchio di ogni anima la comunità intera trova il suo riflesso, e quando nella comunità intera le virtù di ognuno vivono” Rudolph Steiner (1861 – 1925)  filosofo e pedagogista  austriaco.

Cari soci ed amici, si è da poco concluso il periodo natalizio ed abbiamo iniziato l’anno nuovo sotto ottimi auspici. La realizzazione della pista di pattinaggio con le recenti collaborazioni di altre realtà cittadine per gli eventi di questo periodo, pur non essendo delle vere e proprie novità nel panorama delle attività della Pro Loco, sono sicuramente segnali di ulteriore crescita nel percorso che stiamo portando avanti ormai da qualche anno. La nostra Associazione si è sempre distinta per il contributo che porge a chi chiede sostegno, sia esso il Comune sia altri sodalizi con gli stessi scopi sociali. Ricordiamo ad esempio con piacere le ottime relazioni con il Casalmaggiore International Festival e con Amurt, con i quali abbiamo messo in campo svariate iniziative, fra cui apprezzati concerti e non di meno la prima pista di ghiaccio nel 2014, tramite la quale abbiamo inaugurato con grande successo il nuovo corso del Natale maggiorino che nel 2015 ha trovato conferma grazie al nostro lavoro, a quello dell’associazione “Amici di Casalmaggiore” ed il contributo di vari commercianti del centro. Avete sicuramente intuito che un’associazione come la Pro Loco è senza dubbio importante in città e lo confermano le numerose richieste che ci giungono, di attivarci in ogni direzione ed in ogni campo: culturale, turistico o ricreativo. Altrettanto evidente è che, come ogni associazione, anche la Pro Loco sia formata da volontari che donano gratuitamente il loro tempo libero al territorio e che per ogni evento offrono la loro necessaria ed insostituibile partecipazione in ingegno, capacità organizzativa o pura e semplice manovalanza. Pur avendo da Statuto cariche istituzionali ben definite, non c’è alcuna differenza fra le fila di chi lavora per allestire i numerosi eventi, a partire dal Presidente fino all’ultimo socio iscritto in ordine di tempo. Non siamo un’azienda: non facciamo attività a scopo di lucro e tutto quello che viene realizzato è ottenuto dal lavoro dei nostri volontari grazie ai contributi di sponsor e Amministrazione Comunale oltre ovviamente a quanto raccogliamo con le fonti primarie di sostentamento della nostra associazione che sono la Sagra del Cotechino ed il tesseramento. Per avere un’idea di quanto importanti siano i contributi ottenuti, senza tediarvi con troppe cifre, posso dirvi che quanto movimentiamo nel corso di un anno solare è costituito solo per il 13% circa da contributi ricevuti dal Comune (i cui rendiconti sono regolarmente depositati in Municipio) mentre tutto il resto è composto da elargizioni di sponsor e/o donazioni (78% circa),  dagli introiti della Sagra (7% circa) e dalle quote associative (2% circa). Perché vi sto riportando queste percentuali? Per dimostrarvi quale grande difficoltà possa esistere per una Pro Loco nel rispondere alle “sacrosante” esigenze della città dovendosi misurare ogni anno con il calo fisiologico delle sponsorizzazioni e la carenza di soci e personale volontario. Ogni volta che programmiamo una manifestazione  infatti, ci affanniamo tra la necessità di poter rientrare dalle spese, la pressante richiesta della comunità casalese di godere di eventi esclusivamente gratuiti ed il più che giustificato desiderio di poter esaudire questa richiesta pur con tutti gli sforzi che ne conseguono. Capirete che non è affatto semplice.  Di qui discendono due esortazioni. La prima riguarda le realtà commerciali del territorio  affinché continuino ad investire nelle attività della Pro Loco che ad oggi ha una visibilità mediatica ed un’autorevolezza notevoli, costruite nel corso di oltre sessant’anni di presenza fissa sul territorio e con le innovazioni tecnologiche degli ultimi quattro anni: occorre  che  gli attori economici credano nel lavoro infaticabile dei nostri volontari e negli sforzi messi in campo quotidianamente per regalare occasioni di sviluppo per le attività e di crescita per i cittadini. La seconda esortazione riguarda invece i cittadini stessi di Casalmaggiore affinché si iscrivano alla Pro Loco, perché ogni affiliazione, oltre a dar loro modo di partecipare ancora più attivamente alla vita dell’associazione, garantisce anche un contributo economico, un piccolo tassello che ci aiuta a sostenere le spese annuali dell’ente. Spese che non sono solamente destinate ad un concerto piuttosto che ad una fiera ma che vanno a coprire l’intera gestione ordinaria e straordinaria di un ufficio a disposizione di tutti, ogni giorno della settimana con orario continuato, festivi inclusi. L’aspetto economico è importante, ma mi preme sottolineare che a noi serve anche specialmente l’ingresso di nuove leve che vadano ad affiancare i nostri giovani che oggi si trovano a dirigere l’Associazione. Il costo della tessera è “bloccato” a 15 Euro per volere delle Assemblee dei Soci che si sono succedute dal 2012 ad oggi e, per incentivare l’ingresso dei giovani, su proposta degli ultimi due Consigli di Amministrazione in carica, l’iscrizione fino a vent’anni compiuti è divenuta totalmente gratuita. Come vedete basta veramente poco per dare un contributo, per “vivere” insieme a noi questa straordinaria esperienza di volontariato. Non perdete quindi l’occasione per entrare nel gruppo. La Pro Loco è una risorsa per la nostra città, fatta di gente comune, di passione, di voglia di stare insieme e far crescere il territorio. Vi aspettiamo, venite a conoscerci.

Marco Vallari