Il circolo della stanza accanto

«Si comincia con uno spazio bianco. Non dev'essere necessariamente carta o tela, ma secondo me dev'essere bianco. Noi diciamo bianco perché abbiamo bisogno di una parola, ma la definizone giusta è «niente». Il nero è l'assenza della luce, ma il bianco è l'assenza della memoria, il colore del non ricordo. Come ricordiamo di ricordare? È una domanda che mi sono posto spesso dopo Duma Key, spesso nelle ore piccole della notte, perdendo lo sguardo nell'assenza della luce, ricordando amici assenti. Certe volte in quelle ore piccole penso all'orizzonte. Bisogna stabilire l'orizzonte. Bisogna segnare il bianco. Un atto abbastanza semplice, direte, ma ogni atto che rifà il mondo è eroico. O così sono giunto a concludere.» Stephen King

Giugno 2014

Da “Casalmaggiore” Giugno 2014

COOPERATIVA STORTI MARIA, UNA REALTA’ VIVA ED IMPORTANTE

“La solidarietà è l’unico investimento che non fallisce mai” Henry David Thoreau (1817-1862), filosofo, scrittore e poeta statunitense.

Cari soci ed amici, torniamo questo mese ad esplorare il terzo settore locale e quindi ci apprestiamo a conoscere insieme una Cooperativa che da diverso tempo opera sul territorio ma che forse molti non conoscono, perché non sempre chi si dà da fare nell’ambito del volontariato è noto al pubblico. Molto spesso esistono soggetti che lavorano muovendosi nell’ombra, compiendo opere meritorie ma poco visibili ed il gruppo che dà vita alla Cooperativa Storti Maria è uno di questi. Si tratta di una realtà che silenziosamente si prodiga per dare lavoro e prospettive ai ragazzi disabili. E’ un sodalizio che nasce e si sviluppa all’interno della Cooperativa Santa Federici, pur essendo chiaramente distinto da essa. E’ un team di persone che quest’anno, in cui ricorre il decimo anniversario dall’inizio dell’attività, vuole decisamente emergere per portare a conoscenza dei cittadini di Casalmaggiore l’importante servizio che svolgono per la comunità. Ho chiesto a Giordano Riva, membro del CdA, responsabile della “Storti Maria” e Cristina Cirelli, responsabile della Santa Federici, di illustrarci gli aspetti salienti che vi riporto. La “Storti Maria” deve la sua costituzione al Consiglio di Amministrazione della Santa Federici, il quale ha vivamente collaborato alla fondazione di una nuova piccola impresa no profit il cui fine statutario fosse l’inserimento lavorativo di persone diversamente abili ai sensi della legge 381/91, per consentir loro una graduale integrazione da un ambiente protetto al mondo del lavoro. Nel 2002 si costituì e la sua attività vera e propria iniziò a Dicembre 2003. Il mansionario dei lavoratori inseriti prevedeva principalmente l’esecuzione di attività di assemblaggio e confezionamento di manufatti ed articoli vari, di ridotte dimensioni e per conto di ditte committenti. Le lavorazioni venivano effettuate nei laboratori della Santa Federici con finalità ergoterapiche e, alla nascita della nuova Cooperativa, sono state per la maggior parte trasferite alla “Storti Maria”, assumendo un carattere più spiccatamente “operativo” e “professionale”. La scommessa si rivelò vincente e la “Storti Maria” iniziò ad espandere le proprie attività tanto da doversi trasferire presto in una realtà più grande e strutturata ovvero presso un capannone industriale a Vicobellignano, dando così possibilità maggiori agli operatori di lavorare con autonomia ed in ambienti più consoni. L’organico presso lo stabilimento è attualmente costituito da un responsabile ed un operatore qualificato normodotato in apprendistato, alle cui mansioni di tutoraggio si affiancano quelle proprie di una piccola impresa, quali la pianificazione e direzione degli ordini di lavorazione commissionati dai clienti. A loro si accostano, nelle lavorazioni sui tavoli di lavoro, dodici operatori diversamente abili, regolarmente assunti e retribuiti dalla Storti Maria, di cui quattro già “ospiti” presso il Centro Socio Educativo della Santa Federici. Si è creato così un ottimo e bilanciato sistema per poter valorizzare persone che, dopo opportuni percorsi formativi praticati dalla Santa Federici, hanno acquisito maggior autonomia, a livello personale, economico ed in termini di autostima. Un indubbio passo avanti anche dal punto di vista dei costi e dei benefici per i ragazzi disabili con il passaggio dell’utente da semplice ospite della struttura allo status formale di “lavoratore” che contribuisce nella sua misura alla corresponsione dei contributi previdenziali e delle tasse, alle Istituzioni. Oltre a questa importante attività, grazie alla convenzione con la Santa Federici, la Cooperativa svolge servizi di trasporto di persone diversamente abili. Da gennaio 2011, sulla base delle diverse possibilità offerte dalla legge 68/99 in merito alla collocazione al lavoro di persone disabili, la Cooperativa Storti Maria, attraverso apposite convenzioni predisposte dalla Provincia di Cremona, ha sottoscritto importanti accordi con aziende rinomate del territorio. L’accordo prevede in sintesi che un’azienda a cui compete l’onere di assumere persone invalide, possa delegare tale compito ad una cooperativa sociale di tipo B, alla quale però deve riservare una commessa di lavoro il cui importo copra i costi salariali aziendali ed il tutoraggio sostenuti dalla cooperativa, per la persona con difficoltà. Per questi presupposti la Cooperativa ha assunto tre operatori disabili per conto delle aziende ed un operatore normodotato per il loro tutoraggio, ricevendo commesse di lavoro idonee alle capacità lavorative delle persone. Altro aspetto di notevole interesse, riguarda la continuazione presso il capannone, delle esperienze di giovani del territorio, impegnati in vari tirocini: tirocini di tipo scolastico, aventi ad oggetto l’alternanza SCUOLA-LAVORO, per alunni con difficoltà, a mezzo convenzioni con gli Istituti scolastici di zona, tra cui l’Istituto Professionale Santa Chiara ed il Polo Romani; tirocini di tipo formativo-lavorativo, aventi ad oggetto esperienze di lavoro in ambiente protetto, propedeutiche a possibili e future assunzioni, instaurati con gli Enti previdenziali ed assicurativi, da parte del Nucleo Inserimenti Lavorativi in capo al Consorzio Casalasco dei Servizi Sociali. Ci sarebbe tanto altro da raccontare sull’esperienza di questa Cooperativa ma per il poco spazio dobbiamo limitarci alle informazioni di carattere generale, sperando di suscitare interesse nei cittadini ad informarsi ed eventualmente prestare opera di volontariato presso due strutture, la Santa Federici ed appunto la “Storti Maria” che svolgono una così nobile missione e che, come tutte le realtà del terzo settore necessitano sempre di aiuto concreto. Tante iniziative comunque verranno messe in campo dal Cda da qui alla fine dell’anno, iniziative che piano piano sveleranno molteplici altri aspetti non trattati qui. Il primo gradito evento si è svolto proprio nel primo dei Giovedì d’Estate, durante il quale, è stato festeggiato appunto il decimo compleanno con uno stand informativo ed il concerto del gruppo “Vintage Club” (Cominotti – Ciuma). Si è trattato di un momento importante della manifestazione alla quale comunque non è mai mancata la loro partecipazione negli anni: un momento di divertimento in compagnia che ha regalato uno spazio per riflettere e per condividere una realtà così solida ed importante per la città di Casalmaggiore. Buona estate a tutti!

Marco Vallari
Presidente Pro Loco Casalmaggiore

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...