Il circolo della stanza accanto

«Si comincia con uno spazio bianco. Non dev'essere necessariamente carta o tela, ma secondo me dev'essere bianco. Noi diciamo bianco perché abbiamo bisogno di una parola, ma la definizone giusta è «niente». Il nero è l'assenza della luce, ma il bianco è l'assenza della memoria, il colore del non ricordo. Come ricordiamo di ricordare? È una domanda che mi sono posto spesso dopo Duma Key, spesso nelle ore piccole della notte, perdendo lo sguardo nell'assenza della luce, ricordando amici assenti. Certe volte in quelle ore piccole penso all'orizzonte. Bisogna stabilire l'orizzonte. Bisogna segnare il bianco. Un atto abbastanza semplice, direte, ma ogni atto che rifà il mondo è eroico. O così sono giunto a concludere.» Stephen King

Aprile 2014

Da “Casalmaggiore” Aprile 2014

1954– 1967 LA STORIA “NON UFFICIALE” DELLA PRO LOCO

“La storia non è nulla, se non è l’esperienza e la scuola del genere umano” Arturo Graf, poeta e critico letterario (da Ecce Homo, 1908)

Cari soci ed amici, lo spunto per questo articolo mi arriva dal fatto che in Aprile, il giorno 3 per l’esattezza, la nostra associazione compie gli anni. Ufficialmente, quindi dalla sua costituzione, la Pro Loco compie ben quarantasette anni, mentre realmente opera sul territorio da molto di più: dal 1955. Anni lontani in cui un gruppo di amici casalesi, accomunati dall’amore per la propria città, si sono ritrovati ed hanno dato vita ad un gruppo di lavoro con lo scopo di promuovere e valorizzare le peculiarità locali, oltre alla volontà di vivacizzare il tessuto sociale cittadino. Non era un’associazione, non aveva statuto e quel gruppo prese il nome di Pro Loco, quindi non ancora formalmente costituita ma fin da subito molto attiva e prolifica. E’ affascinante per il sottoscritto poter ripercorrere un po’ insieme a voi la storia di quel sodalizio perché la partenza e lo sviluppo del progetto è avvenuta proprio a casa mia. Infatti l’iniziativa prese le mosse da mio nonno, il Dott. Eugenio Benecchi, che trasformò per l’occasione il suo noto studio di dentista, in via Cairoli, nella prima sede storica. Attingendo dai ricordi di famiglia, quei pochi che ancora possiamo recuperare, dalla viva voce di chi assistette ai lavori e da alcuni documenti ritrovati, vorrei raccontarvi alcuni particolari di quella che definirei la storia “non ufficiale” dell’associazione: quella più lontana nel tempo, quella che non troverete negli annali e nei verbali. Pochi spunti per tracciare il percorso: innanzitutto i protagonisti. Il Dottor Benecchi, dicevamo, insieme agli amici Arrigo Melegari che della Pro Loco fu il primo segretario, Renzo Tentolini ed Ezio Capelli (appassionati studiosi di storia casalasca) , Appio Roncarati ed Ettore Zani (corrispondente del quotidiano La Provincia). Da sempre questi amici erano impegnati per la città: ritroviamo i loro nomi nelle pubblicazioni locali già nel 1954 quando entrarono nel comitato organizzatore del Bicentenario dall’elevazione a città di Casalmaggiore. Benecchi era il responsabile della “propaganda” ed il Sindaco del tempo era il Dottor Mario Carlo Volta, su spinta del quale si iniziò a pensare di creare una Pro Loco per la città, che nacque effettivamente poco dopo, nel 1955. Fra i documenti recuperati troviamo varie riviste dedicate ad eventi, fra cui l’importantissima Mostra Nazionale di Pittura sul Po del maggio 1957, cui parteciparono 127 artisti con ben 450 opere da tutta Italia. Comitato organizzatore composto dal Benecchi (Presidente), Tentolini (Vice), Melegari (Segretario), Lucia Ronda, Pietro Franchini, Appio Roncarati e Severino Peschiera. Il sindaco di Casalmaggiore era all’epoca l’avv. Walter Galantini. I sei amici si ritrovarono sulla cresta dell’onda e si misero all’opera in anni nei quali la città ancora non conosceva politiche del turismo e di promozione territoriale. Mio nonno mise a disposizione, come detto, un locale dove ritrovarsi e, nelle frequenti serate trascorse lì dentro, vennero concepite e realizzate le prime iniziative culturali ma non solo. Fra le numerose attività, ricordiamo dalla viva voce dei protagonisti, tre seguitissimi concorsi ippici presso il campo sportivo comunale. Riscossero un notevole successo con grandissima partecipazione e, per la cronaca e per la verità, suscitarono anche qualche mugugno per le condizioni del campo dopo il passaggio dei cavalli. In quegli anni fu creato anche il primo embrione di ufficio turistico, con il punto vendita di biglietti per le corriere in piazza Garibaldi ubicato in una porzione dei locali dell’attuale Caffè Centrale. Altra importante attività della Pro Loco fu la celebrazione del Centenario dell’Unità d’Italia nel 1961 sotto la guida del Sindaco Prof. Amerigo Orioli. I membri del Consiglio entrarono nel comitato organizzatore e collaborarono a vario titolo anche alla stesura del volume dedicato all’evento, rivolto in particolare “ai carissimi piccoli e giovani Studenti Casalesi”. Il punto di svolta però lo scopriamo sul quotidiano “La Provincia” del 6 Novembre 1965 dove compare un articolo sul rilancio della Fiera di San Carlo , da qualche anno in stato di declino. Dalle interviste realizzate al dott. Benecchi ed all’Assessore Igino Stassano possiamo ricavare alcune notizie interessanti. Innanzitutto, quell’anno, per rilanciare la Fiera, fu istituito il primo Comitato ad hoc presieduto dal Benecchi che dichiarò la propria soddisfazione per quella che fu effettivamente la prima collaborazione ufficiale della Pro Loco con l’Amministrazione Comunale e colse l’occasione per tracciare le linee guida di ciò che poi diventerà effettivamente l’associazione con la sua costituzione ufficiale di due anni dopo. Riporto dal testo dell’intervista: “ … senz’altro in quasi dieci anni che ho l’onore di presiedere la Pro Loco è questa la prima volta che ci viene chiesto di collaborare fattivamente con le autorità comunali. Spero che finalmente l’odierna nuova amministrazione abbia capito quale sia lo scopo della nostra Associazione e ne sono lietissimo. Il fine della Pro Loco è infatti quello di creare un gruppo di cittadini disposti a lavorare senza alcuna remunerazione per aiutare le amministrazioni comunali in tutte quelle manifestazioni che possono recare lustro e benessere alla loro città. Tutto ciò al di fuori di qualsiasi tendenza politica ma solo per il bene della città e dei suoi abitanti. Mi auguro sinceramente che questa collaborazione si allarghi ad altri campi e assicuro che noi in ogni momento saremo orgogliosi di porgere il nostro modesto, ma disinteressato ed entusiastico appoggio alle autorità comunali”. Quell’anno la Fiera si arricchì di numerose iniziative collaterali, frutto di un’innovativa ed inedita collaborazione fra le varie categorie cittadine, economiche e non. Il successo fu immediato e la Fiera ritornò a brillare come l’evento più importante della vita della città. Ovviamente, come immaginerete, è proprio questo il momento in cui si riannodano i fili con l’odierna Pro Loco così come la conoscete. Si decise di formalizzare questa collaborazione e così nacque ufficialmente l’Associazione Pro Loco Casalmaggiore il 3 Aprile 1967, con il primo Statuto che metteva nero su bianco i rapporti con il Comune, i commercianti, gli artigiani e altre importanti realtà locali. Fu a questo punto che mio nonno passò il testimone ad altri che poi diressero con successo sempre crescente il sodalizio fino ai giorni nostri. Nel corso degli anni, poi, lo Statuto fu modificato per aggiornarlo e tenerlo al passo coi tempi anche se la sostanza di fatto non cambiò mai la natura e gli obiettivi dell’associazione. Ma questa è un’altra storia che merita di essere approfondita a parte e non mancheranno certo le occasioni.

Si ringraziano per le informazioni ed i documenti: l’ufficio Anagrafe e Stato Civile del Comune di Casalmaggiore, Lucia Mainoldi, Bianca Podestà, Brunilde Benecchi, Colomba Vezzosi, Giovanni Moreschi, Licinio Valenti.

Marco Vallari
Presidente Pro Loco Casalmaggiore

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...