Forse non sbaglia il Papa quando dice che «questo mondo vive per fare la guerra, con il cinismo di dire di non farla», né va lontano dal vero quando afferma che «la guerra è la scelta per le ricchezze: facciamo armi così l’economia si bilancia un po’». Lui parla dal pulpito e dunque pronuncia omelie e lancia anatemi come quel «maledetti, sono maledetti» risuonato durante la messa alla Domus di Santa Marta. Sta a noi laici reagire, con altrettanta forza, contro chi, mentre dice di combattere i terroristi, li usa per alimentare la guerra e restringere le libertà.

Sorgente: Al mercato della paura

Annunci