Il calcio italiano oltre ad essere una farsa a causa del fenomeno scommesse, ora diviene tragedia. Come mai un ragazzo di ventisei anni muore di infarto in campo? I casi sono due. O è drogato fino alle orecchie, o si giocano troppe partite e si fanno troppe sedute di allenamento. Nonostante l’italianità degli italiani propendo per la seconda ipotesi e propongo la soluzione. Stop alle coppe inutili, stop al calcio estivo, via l’Europa League e la Coppa Italia rimanga solo per le squadre non impegnate in Europa. Partite una volta a settimana, ogni tanto due per la Champions League. Allora forse i giocatori non saranno spremuti come limoni e può essere che non ci scappi più il morto.

Annunci