Per la serie “volevamo stupirvi con effetti speciali” guardate cosa ho trovato in rete sul blog di Pippo Civati… Il punto più basso e becero in cui certi personaggi stanno facendo sprofondare l’Italia, si sposta ancora più in basso. La Lega di Adro interviene nella querelle sulla scuola di regime ideata nel piccolo comune bresciano e lo fa affiggendo un divertentissimo manifesto. Fa decisamente ridere ma è inquietante constatare con che persone abbiamo a che fare in Italia. Sarebbe meglio spiegare ai leghisti che invece di mettere 700 (!) simboli della Padania in una scuola pubblica (!!) forse conviene loro ritornare sui banchi delle elementari ed imparare qualche regoletta di grammatica persa fra le acque del Dio Po mentre allegramente difendono i valori della cristianità raccogliendo l’ampolla di acqua miracolosa con riti e simbologie celtiche (!!!). Ma del resto cosa ci possiamo aspettare da un partito che vince le elezioni gridando “Roma Ladrona” mentre a Roma ci sono sempre stati loro in quasi nove degli ultimi dieci anni? Prima non sarei stato in grado di rispondere alla domanda sul come mai gli elettori leghisti non si sono ancora accorti delle grosse incongruenze della Lega Nord. Dopo aver visto questo manifesto una risposta ce l’avrei ma non la dico per evitare di offendere. Cliccate sull’immagine, ingranditela, leggete e cercate per cortesia di non ridere troppo sgarbatamente. Potreste trovarvi Renzo Bossi a marchiarvi la casa con il Sole delle Alpi.

Annunci